Château Batailley 2022… La dedica alla regina Elisabetta II

Le nozze reali

La regina Elisabetta II e il principe Filippo di Edimburgo, si sono sposati nell’Abbazia di Westminster il 20 novembre 1947. Fu un evento eccezionale, trasmesso alla radio e poi anche in tv. Alle nozze parteciparono tutte le case regnanti al mondo, migliaia di londinesi scesero in strada per ammirare la futura sovrana e il duca di Edimburgo. Il loro legame è poi durato oltre 73 anni e hanno avuto 4 figli, tra cui l’erede al trono Carlo.

 

Il 21 novembre 1972, presso sempre l’Abbazia di Westminster , la regina e suo marito celebrarono il  loro 25° anniversario di matrimonio, le cosiddette “Nozze d’Argento”. I festeggiamenti proseguirono poi nel castello di Windsor. Il menu proponeva diverse portate, con prevalenti piatti tipici britannici. Su tutto ciò che adornava la giornata però prevalse un vino.

Un vino che aveva già 25 anni alle spalle, proprio come il loro matrimonio…

Un vino che proveniva da Bordeuax, più precisamente da Puillac, un piccolo comune situato sulla sponda sinistra dell’estuario della Gironda.

Il vino in questione è Chateau Batailley 1947

 

 

 

 

Il fascino ultra centenario di Château Batailley

Questo castello è una delle più antiche dimore del comune di Pauillac ed è presente nelle carte della regione già da alcuni secoli. Il nome Château Batailley deriva dal fatto che qui si svolse una delle ultime cruente battaglie nella guerra dei 100 anni. Su questo plateau ghiaioso i francesi vinsero una delle battaglie chiave del conflitto, rimandando gli inglesi nell’isola dalla quale erano venuti.

Dichiarato 5° Grand Cru Classé nella classificazione del 1855, allo Château di proprietà della famiglia Castéja si produce uno dei vini più solidi dell’appellazione alla quale appartiene. Dalle forme classicheggianti questo vino continua a stupire per la progressione incredibile che riesce ogni anno a inanellare. Siamo al cospetto di un vino che sa invecchiare come pochi restando giovane, acquisendo il massimo della saggezza che il tempo gli può donare.

 

.

L’annata 2022… La dedica

Il 21 novembre 1972 la Regina Elisabetta II celebrò le sue nozze d’argento offrendo ai suoi prestigiosi ospiti Château Batailley 1947. A distanza di cinquanta anni da quel famoso avvenimento, il castello di Batailley celebra con una edizione speciale la Casa Reale d’Inghilterra.

Pioggia e sole si sono alternati; ciò ha permesso agli acini di maturare perfettamente e donare un vino di grande ricchezza, dal colore superbo, segnando in questo modo un millesimo eccezionale. Intenso e concentrato nel bicchiere, con i suoi cesellati tannini in primo piano si presenta ricco e persistente al palato, espressivo e raffinato.

La sua struttura, densamente stratificata, dà evidenza di un terroir a dir poco straordinario, dell’eleganza che incontra la perfezione. Situato leggermente nell’entroterra, il vigneto si trova vicino all’estremità meridionale di Pauillac. Gran parte del terreno sale fino a 27 metri ed è nei punti più alti che si ha il miglior terroir. La superficie vitata conta 60 ettari, suddivisi in quattro blocchi principali. I vitigni coltivati – Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot – crescono su terreni costituiti da ghiaia, argilla e sabbia. L’azienda sta attualmente sperimentando tecniche di agricoltura biodinamica su una parcella di 5 ettari.