vadin-plateau

Vadin Plateau

Francia, Champagne

COMUNE

COMUNE

Cumières (Vallée de la Marne)

ETTARI

ETTARI

7

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

40.000

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Sostenibile

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1765

Nel 1765, nel borgo di Cumières, viene al mondo Joseph Plateau, rappresentante della prima generazione che acquisisce vigneti. Nonostante il duro lavoro dovuto alla frammentazione dei terreni, Joseph si dedica all’attività vinicola e fonda la “Maison Plateau”. È l’inizio della storia vitivinicola della Maison Vadin-Plateau. Dopo di lui, si susseguono altre otto generazioni, ciascuna contribuendo con tappe importanti per la Casa: Rémy Plateau, della sesta generazione, crea il primo marchio, “Champagne Rémy Plateau”; sua figlia, Yvette Plateau, sposa Guy Vadin, il quale nel 1958 rinomina il marchio “Champagne Vadin-Plateau” e lo eleva allo status di Harvester-Handler, dotandosi di una pressa. Oggi, 300 anni dopo, Yann, nipote di Guy, apporta la sua visione organica alla viticoltura nell’azienda di famiglia. Attualmente, il testimone è passato ad Aurélie, la sorella minore, che prosegue intrecciando tradizione e modernità.

COMUNE

COMUNE

Cumières (Vallée de la Marne)

ETTARI

ETTARI

7

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

15.000

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Sostenibile

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1765

Nel 1765, nel borgo di Cumières, viene al mondo Joseph Plateau, rappresentante della prima generazione che acquisisce vigneti. Nonostante il duro lavoro dovuto alla frammentazione dei terreni, Joseph si dedica all’attività vinicola e fonda la “Maison Plateau”. È l’inizio della storia vitivinicola della Maison Vadin-Plateau. Dopo di lui, si susseguono altre otto generazioni, ciascuna contribuendo con tappe importanti per la Casa: Rémy Plateau, della sesta generazione, crea il primo marchio, “Champagne Rémy Plateau”; sua figlia, Yvette Plateau, sposa Guy Vadin, il quale nel 1958 rinomina il marchio “Champagne Vadin-Plateau” e lo eleva allo status di Harvester-Handler, dotandosi di una pressa. Oggi, 300 anni dopo, Yann, nipote di Guy, apporta la sua visione organica alla viticoltura nell’azienda di famiglia. Attualmente, il testimone è passato ad Aurélie, la sorella minore, che prosegue intrecciando tradizione e modernità.

audisio-favicon

Filosofia

L’équipe osserva attentamente lo sviluppo delle uve, delle foglie e del suolo lavorando nei vigneti e analizzando ogni giorno il clima e le previsioni meteorologiche. Seguendo le tradizioni dei bisnonni di Aurélie, si è tornati a lavorare il terreno. La viticoltura sostenibile implica l’uso dei trattamenti solo quando strettamente necessario e secondo le condizioni climatiche. Si cura il terreno fino alle viti e si favorisce l’inerbimento naturale. Durante la vendemmia, le uve con una concentrazione eccezionale o caratteristiche aromatiche uniche vengono separate per creare piccole produzioni, con l’obiettivo di svelare nuovi aspetti del terroir della Maison.

Filosofia

L’équipe osserva attentamente lo sviluppo delle uve, delle foglie e del suolo lavorando nei vigneti e analizzando ogni giorno il clima e le previsioni meteorologiche. Seguendo le tradizioni dei bisnonni di Aurélie, si è tornati a lavorare il terreno. La viticoltura sostenibile implica l’uso dei trattamenti solo quando strettamente necessario e secondo le condizioni climatiche. Si cura il terreno fino alle viti e si favorisce l’inerbimento naturale. Durante la vendemmia, le uve con una concentrazione eccezionale o caratteristiche aromatiche uniche vengono separate per creare piccole produzioni, con l’obiettivo di svelare nuovi aspetti del terroir della Maison.

Territorio

I vigneti di Vadin-Plateau, sviluppati nel corso di molte generazioni, si estendono oggi su sette ettari distribuiti in sette villaggi scelti dalla famiglia di viticoltori per la loro particolare espressione: Aÿ, Pourcy, Hautvillers, Cumières, Damery, Venteuil e Château-Thierry. Situato esclusivamente sui versanti sud e sud-est, il vigneto è composto per il 44% da Pinot Meunier, per il 39% da Pinot Nero e per il 17% da Chardonnay. Ogni terroir è stato selezionato in base alla sua capacità di valorizzare il vitigno preferito dalla Maison. Di conseguenza, lo Champagne Vadin-Plateau offre una varietà di aromi provenienti da terroir classificati, tra cui alcuni Premier e Grand Cru. Grazie all’impegno e alla creatività dei membri della famiglia, ogni viticoltore ha rispettato lo stile della Maison

Territorio

I vigneti di Vadin-Plateau, sviluppati nel corso di molte generazioni, si estendono oggi su sette ettari distribuiti in sette villaggi scelti dalla famiglia di viticoltori per la loro particolare espressione: Aÿ, Pourcy, Hautvillers, Cumières, Damery, Venteuil e Château-Thierry. Situato esclusivamente sui versanti sud e sud-est, il vigneto è composto per il 44% da Pinot Meunier, per il 39% da Pinot Nero e per il 17% da Chardonnay. Ogni terroir è stato selezionato in base alla sua capacità di valorizzare il vitigno preferito dalla Maison. Di conseguenza, lo Champagne Vadin-Plateau offre una varietà di aromi provenienti da terroir classificati, tra cui alcuni Premier e Grand Cru. Grazie all’impegno e alla creatività dei membri della famiglia, ogni viticoltore ha rispettato lo stile della Maison

Richiedi informazioni su queste etichette

Contattaci per scoprire come acquistare questi vini o per ulteriori informazioni.

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.