Cave Sieur d’Arques

Languedoc

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1946

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

7.500.000

ETTARI

ETTARI

2800

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Coltura Convenzionale

È grazie ai greci che attorno al V secolo dopo Cristo hanno introdotto nella regione della Linguadoca la coltivazione della vite, se oggi possiamo parlare della Blanquette de Limoux. Tuttavia il merito principale va ascritto a una comunità di monaci installati nell’Abbazia di St. Hilaire, 15 Km a sud-est di Limoux, i quali nel 1531 hanno messo a punto il primo vino effervescente. Nel 1938 giunge la prima AOC, riconoscimento del quale viene insignita la Blanquette. La Cave Cooperative Sieur d’Arques dal 1946 può contare su una selezione parcellare frutto della collaborazione di circa 400 associati. Tutto questo patrimonio vinicolo colloca la Cave ai vertici qualitativi della sua denominazione.

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1946

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

7.500.000

ETTARI

ETTARI

2800

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Coltura Convenzionale

È grazie ai greci che attorno al V secolo dopo Cristo hanno introdotto nella regione della Linguadoca la coltivazione della vite, se oggi possiamo parlare della Blanquette de Limoux. Tuttavia il merito principale va ascritto a una comunità di monaci installati nell’Abbazia di St. Hilaire, 15 Km a sud-est di Limoux, i quali nel 1531 hanno messo a punto il primo vino effervescente. Nel 1938 giunge la prima AOC, riconoscimento del quale viene insignita la Blanquette. La Cave Cooperative Sieur d’Arques dal 1946 può contare su una selezione parcellare frutto della collaborazione di circa 400 associati. Tutto questo patrimonio vinicolo colloca la Cave ai vertici qualitativi della sua denominazione.

audisio-favicon

Filosofia

A Sieur d’Arques l’obiettivo è di produrre, grazie al know-how storico, una bollicine fine ed elegante in grado di soddisfare ogni palato. Per gli spumanti AOC le uve vengono interamente raccolte a mano e sono vinificate esclusivamente con metodo tradizionale o ancestrale. Il Metodo Tradizionale, detto anche rifermentazione in bottiglia, rivela Blanquette e Crémant de Limoux, brut ideali per gli amanti delle bollicine.

Filosofia

A Sieur d’Arques l’obiettivo è di produrre, grazie al know-how storico, una bollicine fine ed elegante in grado di soddisfare ogni palato. Per gli spumanti AOC le uve vengono interamente raccolte a mano e sono vinificate esclusivamente con metodo tradizionale o ancestrale. Il Metodo Tradizionale, detto anche rifermentazione in bottiglia, rivela Blanquette e Crémant de Limoux, brut ideali per gli amanti delle bollicine.

Territorio

Situato ai piedi dei Pirenei, al crocevia delle influenze climatiche atlantiche e mediterranee, il vigneto di Limoux si caratterizza per la sua ricchezza e diversità. Ad est l’influenza mediterranea e ad ovest il clima temperato dovuto ai flussi oceanici, garantiscono sia un’irraggiamento solare ottimale che precipitazioni distribuite. Al centro della denominazione ne deriva un clima di confluenza, mentre a sud domina un clima più fresco .I terreni sono prevalentemente argilloso-calcarei e gli appezzamenti di vite cresco tra i 200 e i 500 metri sul livello del mare.

Territorio

Situato ai piedi dei Pirenei, al crocevia delle influenze climatiche atlantiche e mediterranee, il vigneto di Limoux si caratterizza per la sua ricchezza e diversità. Ad est l’influenza mediterranea e ad ovest il clima temperato dovuto ai flussi oceanici, garantiscono sia un’irraggiamento solare ottimale che precipitazioni distribuite. Al centro della denominazione ne deriva un clima di confluenza, mentre a sud domina un clima più fresco .I terreni sono prevalentemente argilloso-calcarei e gli appezzamenti di vite cresco tra i 200 e i 500 metri sul livello del mare.

Richiedi informazioni su queste etichette

Contattaci per scoprire come acquistare questi vini o per ulteriori informazioni.

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.