Domaine de Perdrix

Côte de Nuits

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1996

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

30.000

ETTARI

ETTARI

12

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Coltura Convenzionale

Il Domaine de Perdrix si compone di una mosaico di terroir eccezionali: Vosne-Romanée, Nuits-Saint-Georges ed Echezeaux rappresentano i nomi più illustri. Nel 1996 viene rilevato dalla famiglia Devillard, uomini e donne di vino, da 5 generazioni. Pur avendo vigne in ottimo stato,  la nuova proprietà ha fatto grossi investimenti, soprattutto per quanto riguarda la tinaia. Oggi, grazie alla qualità del terreno, al rigore in vigna e nel processo di vinificazione, unite alla collaborazione di Robert Vernizeau, il responsabile tecnico, la tenuta gode di un prestigio e un’immagine tra le più rinomate della Borgogna.

ANNO FONDAZIONE

ANNO FONDAZIONE

1996

N° BOTTIGLIE

N° BOTTIGLIE

30.000

ETTARI

ETTARI

12

VITICOLTURA

VITICOLTURA

Coltura Convenzionale

Il Domaine de Perdrix si compone di una mosaico di terroir eccezionali: Vosne-Romanée, Nuits-Saint-Georges ed Echezeaux rappresentano i nomi più illustri. Nel 1996 viene rilevato dalla famiglia Devillard, uomini e donne di vino, da 5 generazioni. Pur avendo vigne in ottimo stato,  la nuova proprietà ha fatto grossi investimenti, soprattutto per quanto riguarda la tinaia. Oggi, grazie alla qualità del terreno, al rigore in vigna e nel processo di vinificazione, unite alla collaborazione di Robert Vernizeau, il responsabile tecnico, la tenuta gode di un prestigio e un’immagine tra le più rinomate della Borgogna.

audisio-favicon

Filosofia

Secondo il Domaine de Perdrix si possono produrre grandi vini a partire da uve molto buone e da un grande terroir, il quale in Borgogna raggiunge la sua estrema raffinatezza e sottigliezza. Un lavoro minuzioso in vigna, basse rese e un ricerca di una maturazione ottimale hanno permesso di produrre vini esigenti e di grande qualità. La famiglia Devillard applica un’agricoltura ragionata, con un limitato apporto di sostanze di trattamento. La vendemmia manuale, la selezione meticolosa delle uve e lunghe fermentazioni fanno parte dell’eccellente savoir-faire messo in campo per l’elaborazione di vini ricchi e strutturati.

Filosofia

Secondo il Domaine de Perdrix si possono produrre grandi vini a partire da uve molto buone e da un grande terroir, il quale in Borgogna raggiunge la sua estrema raffinatezza e sottigliezza. Un lavoro minuzioso in vigna, basse rese e un ricerca di una maturazione ottimale hanno permesso di produrre vini esigenti e di grande qualità. La famiglia Devillard applica un’agricoltura ragionata, con un limitato apporto di sostanze di trattamento. La vendemmia manuale, la selezione meticolosa delle uve e lunghe fermentazioni fanno parte dell’eccellente savoir-faire messo in campo per l’elaborazione di vini ricchi e strutturati.

Territorio

Il Domaine si estende su 12 ettari, più della metà dei quali sono Premier Cru e Grand Cru. Tra i grandi terroir della tenuta ci sono: Vosne-Romanée, Nuits-Saint-Georges, Echézeaux Grand Cru – di cui una parte delle vigne situate in Echézeaux du Dessus – e Nuits-Saint Georges Premier Cru Aux Perdrix. Da quest’ultima parcella deriva il nome dell’azienda, la quale ne detiene quasi il monopolio.

Territorio

Il Domaine si estende su 12 ettari, più della metà dei quali sono Premier Cru e Grand Cru. Tra i grandi terroir della tenuta ci sono: Vosne-Romanée, Nuits-Saint-Georges, Echézeaux Grand Cru – di cui una parte delle vigne situate in Echézeaux du Dessus – e Nuits-Saint Georges Premier Cru Aux Perdrix. Da quest’ultima parcella deriva il nome dell’azienda, la quale ne detiene quasi il monopolio.

Richiedi informazioni su queste etichette

Contattaci per scoprire come acquistare questi vini o per ulteriori informazioni.

    Questo sito è protetto da reCAPTCHA di Google, al quale si applicano la Privacy Policy ed i Termini di Servizio relativi.